Herzlich willkommen

Sie erhalten eine Übersicht unserer Drucksachen.
Klicken Sie die gewünschte Broschüre, Flyer oder Dokumentation an.

Aufrufe
vor 3 Jahren

Guida alla Psichiatria

  • Text
  • Clinica
  • Pazienti
  • Pdgr
  • Spesso
  • Disturbi
  • Servizio
  • Cura
  • Terapie
  • Centro
  • Aiuto
  • Guida
  • Psichiatria

24 agosto 2011 TROPPO

24 agosto 2011 TROPPO STRESS PORTA A UN BURN-OUT A una situazione di stress negativo continuo spesso segue un sovraffaticamento cronico, che può arrivare al burn-out. Ma quest’ultimo si potrebbe evitare facendo più attenzione alle proprie esigenze. Il PDGR offre aiuto terapeutico – spesso anche con coinvolgimento della famiglia e del datore di lavoro. La collega è in malattia. Ha un burn-out, si racconta in azienda. Alcuni colleghi si fanno pensierosi, altri lo trovano un po’ irrispettoso, «ah, adesso si prende una bella pausa». Per quanto diverse siano le reazioni a un bourn-out, dal punto di vista medico esso rimane una malattia che è conseguenza diretta dello stress e presenta sintomi di esaurimento fisico e psichico che possono condurre fino alla depressione. «Stigmatizzare i malati in casi del genere è sbagliato. Si farebbe loro un torto», ritengono Christina Blumenthal-Sonntag, caporeparto del servizio ambulatoriale del PDGR, e il suo collega Franco Arnold, psicologo specializzato in psicoterapia. «Chiunque può essere colpito da un burn-out, ma può anche prevenirlo completamente.» Spesso la conseguenza di uno stress negativo sopportato per lungo tempo è un sovraffaticamento. Da ciò deriva uno stato di sfinimento fisico ed emotivo. Chi in questo momento non tira il freno d’emergenza corre il rischio alla fine di ammalarsi di depressione. La persona in questione farà fatica a concentrarsi e a motivarsi, diventerà irritabile, cinica, si comporterà in modo irrispettoso con gli altri, dormirà male, soffrirà di disturbi fisici simili al mal di testa, suderà spesso e alla fine si ritirerà dalla vita sociale. «In queste fasi non si dovrebbe mai sollecitare i pazienti con parole come ‹fai uno sfor- Dietro la parola burn-out, che va tanto di moda oggi, si cela una malattia da stress che va presa sul serio e che si può curare bene. Importante è prendersi tempo per sé. 38

CENTRO D’ASSISTENZA PDGR In caso di burn-out e di altre malattie da stress per i primi accertamenti ci si rivolge al medico di famiglia, ma in caso di emergenza anche direttamente al PDGR. Quest’ultimo offre terapie in formula day-hospital (ma nei casi più gravi è previsto il ricovero). Grazie alla terapia si trova una nuova qualità della vita. Clinica Waldhaus, tel. 058 225 25 25, clinica Beverin tel. 058 225 35 35, informazioni su www.pdgr.ch. Per ulteriori informazioni: Lega grigionese contro la depressione, www.bbgd.ch La dottoressa Christina Blumenthal-Sonntag, caporeparto del Servizio ambulatoriale della clinica Beverin, e Franco Arnold, psicologo specializzato in psicoterapia, clinica Waldhaus, curano con successo i pazienti con burn-out. zo›. Commenti sconsiderati di questo tipo gettano ancora più olio sul fuoco», dice Arnold. Molto più importante è invece un aiuto di carattere medico. PRESTARE ATTENZIONE AI SINTOMI Dietro il burn-out c’è un processo di sviluppo più lungo – e spesso il desiderio di approvazione e di stima. Una persona vuole «comprarsi» l’apprezzamento attraverso un carico esagerato di lavoro. Questa persona lavora molto, pensa di essere un dipendente diligente, lavora sempre di più, lavora letteralmente fino a cadere per terra. «La persona non ascolta più il proprio corpo e i propri bisogni psichici, non si prende più tempo per sé, per la famiglia e per gli amici. L’equilibrio tra lavoro e vita non esiste più.» Le malattie da stress come il burn-out causano in Svizzera, secondo la statistica utilizzata da Blumenthal-Sonntag e Arnold per quantificare in cifre le conseguenze monetarie, una spesa di circa 4,2 miliardi di franchi all’anno. Molte di queste malattie – dicono i due esperti – si potrebbero evitare se l’elevata pressione psicologica per aumentare il rendimento sul lavoro venisse meno. LE TERAPIE DEL PDGR Al Servizio psichiatrico dei Grigioni sono specializzati nella cura delle malattie da stress e delle depressioni, che ormai da tempo non colpiscono più solo i manager. Una volta fatta la diagnosi, si elaborano le terapie individuali. Queste poggiano su quattro colonne: aiuto farmaceutico, movimento, rilassamento e assistenza di tipo psicologico/ psichiatrico. La persona colpita da burn-out impara a riconoscere quali sono le cause e la struttura della personalità che si celano dietro la malattia, riflette sui propri valori, ne stabilisce di nuovi ed esamina il suo comportamento. Questo percorso di conoscenza di se stessi diventa più facile con l’aiuto di uno specialista. FAMIGLIA E DATORE DI LAVORO «Nel nostro lavoro di terapia includiamo spesso – d’accordo con i pazienti – il partner, la famiglia e anche il datore di lavoro oppure i superiori. Nella maggior parte dei casi vediamo che i datori di lavoro reagiscono in modo comprensivo e cooperativo. Questa collaborazione è molto utile per il lavoro di terapia e per un successo a lungo termine. Le soluzioni per i pazienti born-out le cerchiamo insieme» dicono i due specialisti. Ma ai fini della prevenzione è importante trovare un equilibrio tra lavoro e vita privata. «Si resta in salute quando si conciliano tra loro i diversi campi: il lavoro e il rendimento, le attività sociali, il corpo e i sensi così come la cultura e la vita intellettuale-emozionale.» 39

Behandlungspartner

Newsletter Ausgabe Januar 2016
Newsletter Ausgabe Juli 2016
Manual Zusammenarbeit Behandlungspartner und PDGR
Ansprechpartner Psychiatrische Dienste Graubünden

ARBES

ARBES: Produkte und Dienstleistungen
ARBES - Textilwerkstätten
ARBES - Steinbearbeitung
ARBES - Schreinerei
ARBES - Floristik
ARBES - Gärtnereien
ARBES - die geschützte Werkstätte der Psychiatrischen Dienste Graubünden

Angebote

Tagesangebot 55Plus
Ambulanter Psychiatrischer Dienst
Allgemeinpsychiatrische Tageskliniken
Memory-Klinik / Demenzabklärung
Psychiatrische Spitex-Leistungen
Gerontopsychiatrische Tageskliniken
Schmerzklinik
Psychotherapiestation der zweiten Lebenshälfte
Rehabilitationspsychiatrie
Ambulatorium Neumühle
Tinnitusklinik
Suchtzentrum Danis Therapie
Suchtzentrum Danis Entzug
Psychotherapiestation
Psychotherapeutische Tagesklinik
Privatklinik MENTALVA - Körper & Geist im Gleichgewicht
Kinder psychisch erkrankter Eltern
Gerontopsychiatrie
Forensisch-psychiatrische Stationen
Betreuung von Mutter und Kind
Akutpsychiatrie
Wohnheim Montalin Chur
Wohnheim Rothenbrunnen
Gruppo Abitativo Rovel
Aussenwohngruppen Rothenbrunnen
Aussenwohngruppen Montalin
Heimzentrum Arche Nova
Patientenwegweiser
Pflegende Angehörige in Graubünden
Ratgeberserie Psychiatrie
VASK - Wir Angehörigen
Informationen für Angehörige

Vorstellung Unternehmen

Jahresbericht 2012
Jahresbericht 2013
Jahresbericht 2014
Jahresbericht 2015
Portrait
Vorstellung ARBES

Freizeit / Medien

Minigolf Beverin
Sonderbeilage zum 10 Jahr Jubiläum der PDGR


Wünschen Sie gedruckte Exemplare?

Teilen Sie uns den entsprechenden Titel, die gewünschte Anzahl und Ihre Postanschrift unter info@pdgr.ch mit.

Psychiatrische Dienste Graubünden
Loëstrasse 220
7000 Chur
Tel. +41 58 225 25 25
Fax +41 58 225 25 26

info@pdgr.ch