Herzlich willkommen

Sie erhalten eine Übersicht unserer Drucksachen.
Klicken Sie die gewünschte Broschüre, Flyer oder Dokumentation an.

Aufrufe
vor 3 Jahren

Guida alla Psichiatria

  • Text
  • Clinica
  • Pazienti
  • Pdgr
  • Spesso
  • Disturbi
  • Servizio
  • Cura
  • Terapie
  • Centro
  • Aiuto
  • Guida
  • Psichiatria

22 febbraio 2012

22 febbraio 2012 DEMENZA: FARE UNO SCHERZO ALLA PERDITA DI MEMORIA Diventiamo sempre più anziani e di conseguenza cresce il rischio di ammalarsi di demenza. Nessuno vuole che gli accada. Gli specialisti della clinica psichiatrica Waldhaus a Coira raccomandano di tenere in allenamento il proprio cervello, di mantenersi attivi, di fare movimento e mangiare in modo sano per contrastare la perdita di memoria. Allora esiste sul serio una prevenzione della demenza? «Sì», dice Christian Koch, vicecapo medico di Psichiatria geriatrica e direttore della Clinica della memoria del PDGR (Servizio psichiatrico dei Grigioni). Come è stato dimostrato, diversi fattori avrebbero un’influenza sul fatto di ammalarsi, prima o poi, di demenza. Christian Koch parla della buona salute fisica e mentale dell’essere umano. Anche se certi fattori di rischio della demenza, come forse quelli ereditari, potrebbero non esserne influenzati, un cervello sano riduce il rischio di malattia e può rinviare la comparsa della stessa. RALLENTARE IL PROCESSO Sotto Per mantenere efficiente la memoria: tenere in esercizio la salute fisica e mentale, mangiare in modo sano, essere creativi e coltivare le relazioni sociali. Buone notizie dunque in un’epoca in cui gli esseri umani diventano sempre più vecchi e perciò aumenta il rischio di ammalarsi di una forma di demenza. I primi sintomi di demenza si riscontrano in persone di età compresa tra i 60 e i 65 anni. È perciò tanto più importante intervenire per tempo e prevenire. In questo modo si può fare uno scherzo alla perdita di memoria. Ma cos’è di concreto aiuto contro l’insorgere della demenza? Christian Koch elenca i più importanti mezzi di prevenzione: 1. Tenere in esercizio la mente attraverso giochi come gli scacchi, i memory, il gioco di carte o un training della memoria mirato («jogging cerebrale»), ma anche attraverso i cruciverba e la lettura di libri e giornali. Imparare qualcosa di nuovo come per esempio le lingue, l’uso del computer o a navigare in internet. «I training della memoria di questo tipo hanno un effetto 50

di protezione nello stadio che precede la manifestazione della demenza, perché possono ritardare l’inizio e anche il decorso della stessa» dice Koch. 2. Rimanere in movimento. È adatto tutto quello che implica anche divertimento: correre, fare camminate in montagna, fare ginnastica, allenamento, andare in bicicletta, salire le scale. Anche tai chi e karate, così come il ballo, sono molto indicati per le persone anziane per tenere in allenamento mobilità e coordinazione. 3. Essere creativi: Koch consiglia anche di coltivare la propria creatività attraverso il canto, la musica, la danza, il disegno, il gioco o la cucina. In questo modo vengono toccati tutti i sensi. 4. Coltivare le relazioni sociali: chi si incontra regolarmente con gli altri rimane integrato. Inoltre, ci si confronta con le altre persone e con i loro desideri laddove se ne trae vantaggio anche in prima persona. 5. Mangiare in modo sano: «Molto importante è un’alimentazione sana ed equilibrata» ritiene Christian Koch. Frutta, verdura, insalate, latticini e prodotti integrali, pesce, carne. L’ideale è la dieta mediterranea. Se la forma di demenza è già in uno stadio avanzato gli specialisti prescriveranno anche terapie individuali a base di medicinali. Sopra Christian Koch, vicecapo medico di Psichiatria geriatrica e direttore della Clinica della memoria: «Ci sono misure efficaci per contrastare la demenza.» CENTRO D’ASSISTENZA PDGR Nella clinica della memoria, la clinica diurna di Psichiatria geriatrica del PDGR, chi soffre di forme di demenza allo stadio iniziale e intermedio ha la possibilità di partecipare, in giornate singole, a programmi terapeutici d’accompagnamento. La clinica diurna di Psichiatria geriatrica è aperta dal lunedì al sabato. Si va dai sei fino agli otto posti. Gli stessi programmi terapeutici vengono offerti dalla clinica diurna geriatrica a Ilanz. Il PDGR offre accertamenti e diagnosi di forme di demenza anche a St. Moritz. Informazioni: tel. 058 225 25 25, www.pdgr.ch Diagnosi precoce Per l’accertamento della demenza Christian Koch consiglia una diagnosi precoce che permetta di avviare per tempo le misure opportune. L’Alzheimer è la forma più frequente di demenza; tra le altre ci sono anche le demenze vascolari. Inoltre, malattie neurologiche come il morbo di Parkinson o un disturbo della funzione tiroidea possono portare a una sintomatologia di tipo demente. «La conoscenza delle forme di demenza è cresciuta», dice Koch. Spesso si nota dalla reazione dei familiari che non tutto va come dovrebbe. Ma anche gli stessi malati notano i primi segnali (dimenticanza, disturbi dell’orientamento, difficoltà a fare programmi e così via). «Al più tardi subito dopo si dovrebbe andare dal medico» raccomanda Koch. In questo modo si può agire per tempo e prendere insieme decisioni importanti. Cosa succede davvero quando ci si ammala di demenza? Nel caso del morbo di Alzheimer per esempio, che è la forma di demenza più frequente, muoiono delle cellule cerebrali. Allo stesso tempo non vengono più prodotte le sostanze chimiche proprie del corpo che normalmente garantiscono lo scambio tra le cellule cerebrali, con il risultato che chi è colpito da demenza dimentica molto. È utile allora rallentare il processo. 51

Behandlungspartner

Manual Zusammenarbeit Behandlungspartner und PDGR
Ansprechpartner Psychiatrische Dienste Graubünden

ARBES

ARBES: Produkte und Dienstleistungen
ARBES - Textilwerkstätten
ARBES - Steinbearbeitung
ARBES - Schreinerei
ARBES - Floristik
ARBES - Gärtnereien
ARBES - die geschützte Werkstätte der Psychiatrischen Dienste Graubünden

Angebote

Tagesangebot 55Plus
Ambulanter Psychiatrischer Dienst
Allgemeinpsychiatrische Tageskliniken
Memory-Klinik / Demenzabklärung
Psychiatrische Spitex-Leistungen
Gerontopsychiatrische Tageskliniken
Schmerzklinik
Psychotherapiestation der zweiten Lebenshälfte
Rehabilitationspsychiatrie
Ambulatorium Neumühle
Tinnitusklinik
Suchtzentrum Danis Therapie
Suchtzentrum Danis Entzug
Psychotherapiestation
Psychotherapeutische Tagesklinik
Privatklinik MENTALVA - Körper & Geist im Gleichgewicht
Kinder psychisch erkrankter Eltern
Gerontopsychiatrie
Forensisch-psychiatrische Stationen
Betreuung von Mutter und Kind
Akutpsychiatrie
Wohnheim Montalin Chur
Wohnheim Rothenbrunnen
Gruppo Abitativo Rovel
Aussenwohngruppen Rothenbrunnen
Aussenwohngruppen Montalin
Heimzentrum Arche Nova
Patientenwegweiser
Pflegende Angehörige in Graubünden
Ratgeberserie Psychiatrie
VASK - Wir Angehörigen
Informationen für Angehörige

Vorstellung Unternehmen

Jahresbericht 2012
Jahresbericht 2013
Jahresbericht 2014
Jahresbericht 2015
Portrait
Vorstellung ARBES
Südostschweiz Sonderbeilage – 125 Jahre Klinik Waldhaus Chur

Freizeit / Medien

Minigolf Beverin
Sonderbeilage zum 10 Jahr Jubiläum der PDGR


Wünschen Sie gedruckte Exemplare?

Teilen Sie uns den entsprechenden Titel, die gewünschte Anzahl und Ihre Postanschrift unter info@pdgr.ch mit.

Psychiatrische Dienste Graubünden
Loëstrasse 220
7000 Chur
Tel. +41 58 225 25 25
Fax +41 58 225 25 26

info@pdgr.ch